Visite dall’Italia

Alla fine del 2014, abbiamo avuto la fortuna di avere non una, ma due visite dall’Italia. Il modo migliore per esercitare e migliorare l’italiano per i tre piccoli scrittori.
Avevo mai scritto che quasi miracolosamente quando qualcuno che parla italiano viene a trovarci, i tre scrittori non usano nemmeno una parola in inglese? Per lo meno con noi e con l’ospite…fra di loro continuano a parlare inglese, of course. Quindi per alcune settimane la motivazione a parlare italiano è stata altissima.

Vocabolario e struttura della frase

Grazie quindi a queste tre o quattro settimane di immersione nella lingua italiana, il vocabolario e la struttura della frase dei loro discorsi hanno potuto essere esercitate e hanno subito ancora una volta un profondo miglioramento.

In particolare, tutti e tre sperimentano in modo più consapevole strutture della frase più complesse. Eh sì, il mitico congiuntivo! La lingua inglese è una disgrazia per tutte queste costruzioni della frase un po’ più sofisticate…Se avessi…potrei, Se potessi…farei, Se avessi fatto…avrei potuto… insomma, ci stiamo lavorando. La tendenza è di partire con il condizionale e poi incartarsi, ma il fatto che venga utilizzata la struttura della frase è già un ottimo segno dell’evoluzione linguistica che stanno attraversando. Infatti, come ho già detto mille volte, da quando siamo stati in Italia il loro italiano è diventato estremamente più fluente in tutti i sensi.

congiuntivo

Ritornando alle visite…

Siamo stati felicissimi di avere qui i nonni per un po’. I bambini sono stati coccolati (e noi anche) e ne abbiamo approfittato per rubare qualche ricetta alla nonna e per concederci qualche gelato in più. Le chiacchierate hanno fatto il resto e l’italiano ne ha tratto enorme beneficio come sempre.
Valentina

L’arrivo poi inaspettato della nostra amica Valentina, ha riempito le nostre giornate di fine anno 2014. In particolare per lo scrittore, Valentina è stata fonte di ispirazione…da quando ha ricevuto in regalo una certa maglietta, non scende più dalla bici. Ha iniziato ad allenarsi ogni giorno con papà e a leggere libri monotema. Al momento la passione è il ciclismo: si è aperto un mondo e un intero nuovo vocabolario. Perché sì, è vero che la lingua ufficiale del ciclismo è il francese, ma in casa nostra di bici si parla solo in italiano!!!

Annunci

Un pensiero su “Visite dall’Italia

A voi la parola...

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...