Ma alla fine, ne è valsa la pena?

Bilancio n. 4 – L’ultimo

Ma alla fine di tutto questo, cosa è cambiato? Cosa è rimasto? Ne è valsa davvero la pena?
Perché in fondo questo è il punto. È stato uno sforzo notevole da molti pinti di vista: stare in Europa per tre mesi ha un costo non indifferente oltre ad essere stata costretta a prendere un’aspettativa dal mio lavoro di un anno; stare senza papà per due mesi ha il suo costo in termini di fatica (mia) e di buco emotivo (per tutti); lasciare la scuola in Australia e quindi dover recuperare una serie di aspetti non solo di mero studio, ma anche di relazioni con insegnanti e compagni, non è da sottovalutare; essere sottoposti alla “fatica” del viaggio, del vivere in un contesto completamente diverso, del perdere tutte le “routines” e quindi tutte le sicurezze, i punti di riferimento è un altro aspetto da non dimenticare. Eppure…

Ne è valsa la pena

Eppure non abbiamo dubbi, nessuno dei cinque componenti della famiglia ha rimpianti o riserve sulla bellezza di questi tre mesi in Italia: ne è decisamente valsa la pena!

 Le incertezze e i dubbi si sono dissolti nel passare dei giorni,

nel vivere vicini ai nonni (e zii, cugini, fratelli, e belle arrivate…)

nella quotidianità del ritrovare gli amici

nella bellezza dei posti che abbiamo visitato

nei manicaretti che abbiamo gustato

 

Questo slideshow richiede JavaScript.

e anche  nell’uso quotidiano della lingua italiana.

Abbiamo creato nuove abitudini linguistiche che al momento permangono: i bambini si rivolgono a noi in italiano e questo è per noi un bel regalo, uno strascico di vita italiana che risuona nella nostra vita down under. Non sappiamo quanto durerà, ma per intanto ne andiamo orgogliosi!

Da prendere in considerazione

Quindi, mi vien da suggerire…se avete difficoltà nel supportare la lingua italiana nei vostri figli, prendete in considerazione l’idea di una vacanza, di un viaggio o anche di una scelta più radicale: far frequentare la scuola in Italia per un periodo che può essere breve o lungo. Prendetelo in considerazione, davvero, ne vale la pena!

 

Con questo post, chiudo la parentesi del nostro viaggio in Italia e ritorno a proporvi attività in lingua italiana per bambini, i miei e i vostri.

Se volete contattarmi e propormi argomenti, temi, difficoltà che vi piacerebbe veder trattati nel blog, non esitate a mandarmi un’ email a macomefa(at)gmail.com.

Annunci

A voi la parola...

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...