Fare italiano in compagnia

Semplice davvero: delle volte quello che sembra un compito se fatto da soli, diventa un gioco quando lo si condivide con gli altri. Questo ci è capitato quando abbiamo invitato i nostri amici per festeggiare la Befana e così ci siamo ritrovati a divertirci in italiano con due scrittrici grandi, due scrittori e due piccole scrittrici in erba.

Sì, sei bambini si sono ritrovati sotto il nostro tetto per celebrare la befana a modo nostro!

Al loro arrivo, i bambini hanno trovato tre buste con all’interno le istruzioni del loro lavoro. Solo le istruzioni erano in inlgese per permettere ai nostri amici di capire bene i loro compiti, visto che conoscono solo poche parole di italiano. Poiché avremmo passato tutto il giorno insieme, tutti i giochi vertevano attorno alla tavola.

Le due piccole scrittrici in erba

…si sono occupate di decorare le tovagliette all’americana.

placemat

Per la base delle tovagliette, abbiamo utilizzato questo bellissimo libriccino edito dal MoMa

sulle cui pagine abbiamo applicato delle immagini della befana colorate e ritagliate.

Di fianco ad ogni figura della befana, le piccole scrittrici hanno copiato le parole

‘Buon Appetito!” e il nome di ognuni invitato.

I due scrittori

…hanno apparecchiato la tavola. Ma in un modo un po’ speciale. Ecco le loro istruzioni in inglese:

Your job is to SET THE TABLE!
…but you have to find and follow my instructions in Italian.
Scrittore 1 will read them aloud to Scrittore 2. Scrittore 2 will try to solve the riddle by using the “illustrated dictionary”. Keep in mind that the words will rhyme.
Good luck! Buona fortuna!

 Quindi è iniziata la caccia ai bigliettini. Ho scritto i biglietti in italiano: compito dello Scrittore 1 (quello bilingue) era di leggerli ad alta voce allo Scrittore 2 che, guardando questo piccolo dizionario illustrato, doveva scoprire la parola in rima.
dictionary
La parola era un elemento da utilizzare per apparecchiare la tavola. Dopo aver svolto quella parte, trovavano un altro bilgietto fino ad avere completato il lavoro. Cliccando qui trovate il pdf degli indizi.
Le due scrittrici grandi
…hanno avuto il compito più importante della giornata. Hanno cucinato per tutti noi!
Ho preparato due ricette semplici:
La scrittrice bilingue aveva il compito di leggere le ricette e aiutare la sua amica a riconoscere alcune parole e, attraverso le figure, intuire il passaggio della ricetta. Belle le istruzioni per cuocere la pasta, vero? Le ho trovate qua (e riaggiustate solo un pochino). Ed eccovi il pdf delle ricette: come cuocere la pasta e ricetta del pesto.
Ed ecco il nostro pranzo!
Pasta al pesto

Pasta al pesto

Per utilizzare qualche espressione in italiano, ho appeso sulla parete dietro al tavolo un piccolo glossario di frasi e parole da utilizzare a tavola (che potete trovare in pdf qui frasi utili a tavola): così anche a tavola ci siamo scambiati qualche parola in italiano.
Lezione imparata: tutto è più divertente se fatto in compagnia di amici, anche un compito di italiano. E poi ho notato un pizzico di orgoglio nei miei piccoli bilingui nell’ aiutare i loro amici a scoprire alcune parole in italiano. Penso che la giornata sia stata piacevole e decisamente motivante per l’utilizzo della lingua minoritaria. Tanto che stiamo pensando di ripetere…
Anche voi sperimentate come l’avere il supporto di altre famiglie, persone, amici sia una grossa spinta all’uso della lingua minoritaria? Come vi organizzate? Come sempre apprezzerei moltissimo altre esperienze simili o meno alla nostra!
Annunci

2 pensieri su “Fare italiano in compagnia

  1. Elena, che bella idea!!!!!! Le mie piccole scrittrici sono ancora… piccole, per l’appunto! ma mi e’ venuto in mente che potremmo trasformare una delle prossime “knitting dates” con le amichette in un “lavoriamo a maglia in italiano” 😉
    Ti faro’ sapere cosa succede…

  2. Guarda Anna, ho visto che basta davvero poco. Certo per i nostri figli non ha molto senso la parte di conversazione, molto semplice, ma dover leggere e tradurre per gli altri è risultato essere motivante e anche gratificante per loro. Il fatto è che ci vuole tempo…lo possiamo fare adesso perché le scuole sono chiuse e siamo in vacanza, ma appena ricomincia l’anno scolastico con tutti gli impegni che si porta dietro, diventa impossibile trovare un pomeriggio libero per tutti…comunque, noi ne approfittiamo per ora!!!

A voi la parola...

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...