Strategie linguistiche: a voi la scelta!

grazieOggi su SBS è andata in onda una nuova intervista con Magica Fossati sul tema strategie linguistiche per crescere figli bilingui. Un piccolo contributo per diffondere l’idea che scegliere in modo consapevole e condiviso all’interno della famiglia una strategia linguistica, aumenta le possibilità di successo, aiuta a mantenere una certa continuità e a superare i momenti di scoraggiamento e insuccesso che capitano in tutte le famiglie bilingui.

Inoltre nell’intervista ho voluto sottolineare che nonostante io ritenga fondamentale scegliere una qualsiasi policy linguistica condivisa, c’è sempre spazio per dei…ripensamenti. Voglio dire che a volte scegliamo una certa strategia che ci sembra la migliore e poi, strada facendo, ci accorgiamo che non funziona, non basta oppure al contrario è troppo impegnativa per l’organizzazione familiare. Spesso questo può metterci in crisi e farci abbandonare l’idea di crescere figli bilingui. Ecco, io voglio dire…non facciamoci scoraggiare, raddrizziamo il tiro e riproviamo, cambiamo strategia, integriamo, modifichiamo, rallentiamo o acceleriamo, ma il mio invito è…non arrendiamoci!

La nostra strategia

Noi abbiamo scelto di parlare sempre e solo la lingua minoritaria, quindi l’italiano in casa. Questa strategia si chiama minority Language at home (mL@h) e ha i suoi vantaggi, soprattutto perché noi genitori siamo entrambi italiani e l’italiano è la nostra madrelingua, l’unica che riusciamo a parlare con i nostri figli, l’unica con cui riusciamo ad esprimere in modo profondo emozioni e sentimenti, l’unica che ci rappresenta e che ci aiuta a trasmettere la nostra cultura.

Ho sempre pensato che questo potesse bastare, e credo che sia molto efficace fino a quando i bambini non cominciano la scuola. Poi, come ho già detto altrove, questa lingua diventa “sempre più minoritaria” e sicuramente necessita di maggior supporto. Però io credo che in generale abbia funzionato, i nostri figli sono in grado di sostenere una conversazione in italiano, con qualche incertezza e a volte con qualche suggerimento dietro le quinte per i vocaboli, ma in sostanza possono parlare, ascoltare, vedere un film o un cartone animato, cantare e capire il testo delle canzoni…anche leggere un libro.

Casi di successo, ripensamento, insuccesso

Io trovo molto utile confrontarmi con altre famiglie che vivono o hanno vissuto in passato questo delicato passaggio di crescere i figli bilingui. Non sempre è facile farlo di persona, ma la rete è a nostra disposizione. Ci sono molti siti che parlano di bilinguismo e i blog si moltiplicano a vista d’occhio (alcuni li trovate nella pagina dei link). A me piace molto utilizzare twitter perché mi mette a disposizione articoli e esperienze molto diverse e interessanti in modo rapidissimo. Di solito scorro i tweet della giornata alla sera e mi soffermo su quelli che mi incuriosicono o descrivono situazioni particolari. Li ritweetto, mi metto in contatto con l’autore, ci scambiamo poche battute…anche essendo dall’altra parte del mondo. Se piace anche a voi, mi trovate @macomefa.

Mi piace anche l’idea di Magica Fossati (@SBSItalian) di presentare “casi” di bilinguismo. Uno spunto di qua, un’idea di là sono un supporto nella vita di tutti i giorni o anche solo una boccata di ossigeno sapere che James Panichi o Greg ce l’hanno fatta e allora…ce la faranno anche i nostri figli!

Mi piacerebbe anche avere la possibilità di discuterne così attraverso il blog, quindi…se avete voglia e tempo, lasciate un commento sulla vostra strategia linguistica familiare.

Avete una strategia linguistica? È una delle strategie conosciute (OPOL, mL@h)? È una variante che vorreste condividere? Nessuna strategia, ma funziona ugualmente? Fatemi sapere…

Annunci

Un pensiero su “Strategie linguistiche: a voi la scelta!

  1. Anch’io sono una tra le tante mamme che si e` sforzata di crescere i propri figli con due lingue. Piu` o meno ho adottato la strategia indicata nel tuo articolo. La sola differenza era che mio marito, australiano da generazioni e quindi di lingua madre inglese, parlava con i miei due figli solo in inglese e io solo in italiano. A parte il conversare con loro di qualsiasi argomento, leggevo loro tutte le sere un libro in italiano e quando sono stati in grado di leggere da soli, leggevano tutte le sere qualcosa in italiano. Fin dai tempi del Kindergarten ho dato loro lezione di italiano scritto quasi tre volte la settimana, per non parlare di film, cartoni animati (la Pimpa era molto amata), canzoni e audiolibri vari da ascoltare in macchina..
    Al momento i miei due figli sanno conversare su qualsiasi argomento, ma piu’ il tempo passa e piu` l’esposizione alla lingua inglese predomina. Gli amici sono tutti australiani e la scuola in cui sono iscritti, non offre l’italiano come materia facoltativa.
    Essendo adolescenti e diventando insofferenti di tutto cio` che i genitori consigliano, hanno smesso di interessarsi come prima all’italiano e alla cultura italiana in genere. Spero che questa fase di assestamento duri poco. Parlano sempre in italiano con me, con la mia famiglia lontana o le mie conoscenze italiane di qua e ogni SMS e` in italiano. Tuttavia le loro abilita` linguistiche non sono piu` quelle di qualche anno fa. Tutto cio` non lo dico per lamentarmi, quanto per attirare l’attenzione su un fatto: durante il periodo dell’adolescenza la coscienza ‘nazionale’ di un individuo si forma e potrebbe formarsi a scapito della lingua seconda, nel mio caso l’italiano.
    Ho finito. Sarei felice se qualche altra mamma ( o papa` perche` no) parlasse della propria esperienza a riguardo.
    Elisa

A voi la parola...

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...