Una mappa mentale per raccontare

I ragazzi del corso si sono cimentati nella scrittura in più occasioni.

Hanno raccontato avventure fantastiche e reali attorno a un vulcano (testo narrativo), hanno scritto piccole filastrocche senza senso a partire da gruppi di parole (testo poetico), hanno preparato poster per invitare a visitare città e monumenti (testo informativo). Presto lavoreranno a nuovi testi.

Per questo voglio invitarli, e invitare tutti, voi ad utilizzare ancora una volta la nostra arma segreta, una mappa mentale, per organizzare il lavoro di scrittura.

Scrivere è un compito impegnativo e avere una guida che ci permette di tenere i diversi aspetti del lavoro “sotto controllo” rende  più efficace il nostro impegno.

Vi invito a seguire la mia mappa la prossima volta che vi metterete a scrivere
(o a prepararne una “su misura” per voi).

Il lavoro di scrittura incomincia con la scelta del tipo di testo da scrivere, quindi si passa a raccogliere idee, magari proprio con una mappa mentale, dalla quale si sviluppa una scaletta e si elabora il testo.

Buona scrittura a tutti!

Annunci

4 pensieri su “Una mappa mentale per raccontare

  1. E’ proprio quello che occorre a me. Dato che organizzarmi un testo è un continuo avanti-indietro in cui disperdo energie creative e tempo….
    Due domande? Cos’è “rocket writing”? Si può stampare la mappa vero?
    Un saluto 🙂

  2. Certo, la mappa si può stampare (clicca sulla mappa per aprirla e stamparla).
    A scuola qui da noi, chiamano rocket writing la prima stesura di un testo, la bozza. Spesso danno ai bambini un tempo: 5 minuti di rocket writing. Lo scopo è quello di invitare i bambini a concentrarsi sui contenuti, a mettere sul foglio le loro idee senza preoccuparsi dello spelling, o della punteggiatura che vengono riviste in seguito. Trovo che sia utile per non aver paura di partire (famoso panico da pagina bianca) e per dare un corpo al testo che verrà poi arricchito di dettagli nella rilettura successiva.
    Buona scrittura cara Tamerice ;o)!

  3. Grazie! Penso che proverò questo approccio su carta, di solito mi vengono più idee rispetto allo schermo del pc, dove poi potrò dare forma più compiuta….

A voi la parola...

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...